Francesco Scognamiglio collezione Autunno/Inverno 2016-2017

  • 3.353
  • 1 / 36
caricato da
Donna Fanpage
pubblicato il 2 marzo 2016 alle ore 16:53
La nuova collezione invernale di Francesco Scognamiglio prende spunto da quello che succede musicalmente nel Rosenkavalier (Il Cavaliere della Rosa), una delle opere più famose di Richard Strauss: vi si assiste al frantumarsi della musica melodica ottocentesca in una nuova armonia dissonante, più moderna, più spigolosa, ma sempre eccelsa. Allo stesso modo, l’abito femminile tradizionale si scompone letteralmente e si strappa come se cercasse nuovi significati, nuove prospettive. I frammenti diventano drappeggi di ruches. I tagli, cascate di volant. Le stampe usano l’architettura scultorea dei ricami per definire disegni e pattern. E i pantaloni, pensati come lo stelo di un fiore, sbocciano sopra i fianchi aprendosi in una corolla multiforme. È una polifonia della femminilità, un’esplosione controllata di dettagli, finiture e maestrie artigiani che impegnano il massimo del savoir faire Made in Italy. Lilla elettrico. Bianco nuvola. Azzurro polvere. Oro. Maculato. Nero. Una tinta eterea di turchese. I colori sono sofisticati e delicati. E gli stivaletti alla cavallerizza, di ispirazione fetish, fanno da contrappunto al romanticismo diffuso. Lo show è un crescendo: lane maschili, bouclé floreali, velluti morbidi e fluidi aprono la collezione. È un prêt-à-porter d’eccellenza, un look severo, quasi militare nella forma, che conduce a un finale di creazioni couture. Macramè scultorei ottenuti da ricami a filo piazzati sulle forme femminili. Cristalli a filo di lurex ricamati sopra stampe floreali. La part finale della collezione non è solo un tributo al massimo dell’abilità italiana artigianale. È anche un invito a riflettere sulla necessita di qualità ed eccellenza in un momento in cui il mercato sembra spingere soltanto sulla velocità di prodotti senza passione e senza durevolezza.